lunedì 25 maggio 2015

Cannes premia il regista Nemes.

Avevo già segnalato la presenza al 68° Festival di Cannes del giovane regista ungherese Nemes László (v, post del 12 maggio '15) con il suo primo lungometraggio.
La giuria del Festival lo ha premiato con il Gran Prix speciale per il suo film, Son of Soul, sulla tragedia degli ebrei ungheresi durante la II guerra mondiale.

A bocca asciutta invece sono rimasti i film italiani in concorso, nonostante le previsioni (anche della stampa francese) della vigilia.