lunedì 13 aprile 2015

Paczolay: nuovo ambasciatore d’Ungheria.

Come segnalato,  è tempo di avvicendamenti nei corpi consolari ungheresi nel mondo, anche in Italia. (v. post 6 novembre ‘14).
Il Magyarország főkonzulátusa (consolato generale d’Ungheria) di Milano ha già visto un’avvicendamento (v. post del 9 marzo ’15): Timaffy Judit Vilma è subentrata a Manno István.

Successivamente a Roma, alla Magyarország Nagykövetsége ( Ambasciata d’Ungheria), Balla János è stato sostituito dal dr. Paczolay Péter, già presidente della Corte Costituzionale ungherese.

Lo scorso 23 marzo a Budapest, Paczolay ha incontrato membri della Camera di Commercio – in particolare il presidente del Dipartimento italiano, Németh Miklós, e il co-presidente, Alessandro Stricca – per parlare dei rapporti economici Ungheria-Italia.
È emerso il positivo andamento del PIL ungherese, dopo anni di crisi: +3,2% nel 2014 e un aumento medio previsto nel prossimo quadriennio del 2,6%. Inoltre, l’Ungheria sarà destinataria di 34 milardi di euro provenienti dai fondi strutturali dell’UE.
Per l’Italia l’Ungheria, attraversata da quattro corridoi paneuropei, può essere il varco principale per il commercio con il Centro Est Europa: un bacino di 500 milioni di consumatori. Uno dei settori dove si prevede un incremento degli scambi commerciali italo-ungheresi è quello agroalimentare.