martedì 8 luglio 2014

40 anni di Rubik-kocka.

Ci sono persone, anche bambini, che lo ricompongono in pochi secondi ...ad occhi chiusi. Io non ci sono mai riuscito, al massimo ho ricomposto 2-3 facce. Il “cubo magico” è un gioco senza età e senza limiti.
È il gioco più venduto al mondo, di sempre. Il Rubik-kocka (cubo, o dado, di Rubik) è stato prodotto in 350 milioni di pezzi, imitazioni comprese.

Il 13 luglio di quest'anno il suo creatore, l'ungherese Rubik Ernő, compie 70 anni.
Invece, la sua più famosa invenzione ha quarant'anni.
Infatti nel ‘74, quando lavorava come architetto, Rubik creò il famoso cubo: 9 cubetti (54 in totale) per ciascuna delle 6 facce snodabili, ciascuna con un colore diverso. Il rompicapo consiste nel ricomporre il cubo, ogni faccia con lo stesso colore. Le combinazioni possibili sono circa 43 miliardi di miliardi! Una sola quella giusta. All'inizio era un gioco per “scienziati”, poi negli anni '80 diventa una mania collettiva e planetaria.
Rubik andò poi a lavorare all'Accademia d'Arte Applicata di Budapest (Moholy-Nagy Művészeti Egyetem) e, nel 1980, diventò editore di una rivista enigmistica: ...És játék (… e gioco). Nel 1983, diventato l'uomo più ricco d'Ungheria, fondò il Rubik-studio per progettare mobili e giochi. Da lì nacque anche la Fondazione Rubik per promuovere la creatività di giovani ingegneri e designer.
Oggi il Rubik-studio si occupa di videogiochi e architettura.

Auguri Rubik! Minden jót Rubik!